FLORA CANARIAS
PREVIOUS
NEXT

Pericallis hansenii

Luzula canariensis

Visnea mocanera

 

Arbusto molto ramificato, generalmente di fino a tre metri, ma che si arrampica fino ai bicchieri degli alberi arrivando a raggiungere fino agli alberi arrivando a raggiungere fino a circa otto metri di altezza in occasioni. Presenta una bella fioritura con piccoli fiori attorniati in infiorescenze di colore bianco rosato. Vive unicamente in contate zone della laurisilva gomera, preferendo i chiari che permettono un'illuminazione sufficiente. È una specie abbastanza rara il cui riproduzione nel vivaio ha dato molto buona risultati tanto per seme come per estaquillado. Reintrodotta in otto località, prosperano circa 200 esemplari. È una specie minacciata.

 

 

Pianta perenne robusta della famiglia delle Juncaceas, con foglie piane rossicce con capelli bianchi nella sua base, ed infiorescenza allungata e densa. È localmente frequente tra i 600 e 800 m di altitudine.



 

Endemismo macaronésico che arriva a raggiungere i 10-12 metri di altezza e che possiamo trovare occasionalmente nella laurisilva e soprattutto nel bosco termofilo. Il suo habitat più comune si situa tra 400-800 metros.Sus piccole foglie di bordo seghettato e molestie nel rovescio c'aiuteranno a differenziarlo. La sua distribuzione vicina agli insediamenti umani ha condizionato la sua scarsa rappresentazione attuale di essere stato molto utilizzato. Gli aborigeni canarini facevano un liquore coi suoi frutti, yoyas, chiamato "yersequén."

 

Ranunculus cortusifolius

Ilex perado lopez-lilloi

Myosotis latifolia

 

Pianta robusta e villosa della famiglia Radunculáceas. I suoi fiori sono di un vistoso colore giallo brillante e le sue foglie sono acorazonadas con lobi poco profondi. si trova tappezzando il sottobosco in zone con una certa umidità di boschi di laurisilva e fayal-brughiera.


Albero di circa 10 metri di altezza di tronchi destri e molto ramificati con rami orizzontali o ascendenti e foglie grandi che si differenzia dall'arancio selvaggio "comune" per il maggiore peduncolo dei suoi frutti come l'assenza totale di spine nelle sue foglie. Si conosce solo una località di questa sottospecie endemica del Parco Nazionale, per quello che è una delle piante più minacciate del pianeta. Ognuno dei suoi frutti produce quattro semi, le quali non hanno embrione, per quello che non possono germinare e produrre piante nuove. Tuttavia, si riprodursi per margotte naturali dei rami bassi che in contatto col terreno producono piante nuove. Per il momento, e come conseguenza degli sforzi realizzati per la sua riproduzione, si sono ottenuti una ventina di esemplari reintrodotti nel monte e che progrediscono lentamente e con difficoltà. È una specie minacciata.

 

Erba perenne con rizoma della famiglia delle Boragináceas, fusti legnosi nella sua base di fino a 60 cm da lontano e fiori di colore azzurro, benché a volte siano rosacee. È abbastanza comune nelle zone di laurisilva.