FAUNA CANARIAS    

Mus musculus

Regulus teneriffae

Emberiza calandra

 

È originario dell'Asia e più piccolo del topo di campo. Abita ogni tipo di terreni senza arrivare all'alta montagna. Può trasmettere malattie benché non tanto quanto i topi. Sono onnivori e possono arrivare soprattutto al cannibalismo quando suoi congeneri sono stati acchiappati con ceppi. Raggiungono la sua maturità sessuale le poche settimane e la gestazione dura da 20 a 25 giorni. Possono arrivare ad avere 10 covate nell'anno da 3 a 10 ratoncitos ognuna.



 

 

 

È uno degli uccelli più piccoli dell'Europa. Misura 9 centimetri e si alimenta di insetti, come i carbonai e cinciallegre che in autunno ed inverno, completano la sua dieta con baia e semi. Allevano di aprile a giugno, in nidi quasi sempre penzoloni della punta di un ramo.

 

I gruppi di granari si riuniscono in gran numero nei soporifero invernali. Cacciano gran quantità di insetti per tirare fuori avanti alla sua prole, dal suo locandiere si lancia velocemente su scarabei, cavalletta, farfalle e bruchi tra altri.

Lanius excubitor

Parus caeruleus

Gallotia galloti

 

Abita in carrascales, bordi di boschi e terreni con alberi dispersi. Ha bisogno di superfici serene con qualche locandiere da dove vigilare. Ha 24 centimetri e la sua alimentazione abbraccia da piccoli uccelli fino a grandi insetti. Il nido lo cita generalmente in arbusti ed in occasioni in alberi di gran trasporto. Bimba di aprile a giugno.

 

Delle quattro specie canarias questa questo presente in Gran Canaria, Tenerife e La Gomera. Ha un volume di 11 centimetri e come altri páridos può essere un acrobata cercando cibo nel rovescio delle foglie, alimentandosi degli insetti e vermi che le parasitan ed aprove-chando anche i tuorli dei rami più fini. In autunno può mangiare qualche frutto ed in inverno semi. Bimba di aprile a giugno in nidi che fa in buchi.

 

Riceve questo nome per la colorazione della sua pelle. Può arrivare a misurare da lontano fino a 20 centimetri. L'epoca riproduttiva è in primavera ed alla fine di estate le giovani lucertole sono già visibili. Sono onnivori, benché i giovani mangino principalmente insetti. I maschi sono maggiori che le femmine e possiedono alcuni colori più vistosi che aumentano di colorazione nel periodo di accoppiamento. Sono molto abbondanti e sono un endemismo canarino. La ssp. galloti può verta perfino nel becco del Teide

PREVIOUS - 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-16- NEXT