FAUNA CANARIAS
Milano negro Morito Mosquitero com˙n

Muscicapa striata

Acanthis cannabina

Anas clypeata

 

La sua abitudine di posarsi in pali e rami puntelli, da dove si lancia sugli insetti volatili che passano alla sua portata per, dopo ritornare al suo posto di origine, fanno del papamoscas grigio un uccello facile da identificare. Annida in buchi di alberi e vuoti di edifici. Ha bisogno di spazi aperti e ricchi in insetti volatili per potere cacciarli dal suo locandiere. È un specialista della caccia al volo e pertanto gran consumatore di farfalle, mosche, zanzare, calabroni ed altri insetti volatili, come piccoli coleotteri. La dieta vegetale è praticamente nulla.



 

 

 

È un uccello molto gregario. È frequente vedere bandi che in autunno, per esempio, si riuniscono con gran chiasso in soporifero arborei. Ha un peculiare e caratteristico volo ondulato. Si alimenta principalmente di semi benché non disprezzi alcuni invertebrati. Di aprile a Luglio, annida in ogni tipo di arbusti. Costruisce il suo nido a base di erbe secche e muschio. Mette da 3 a 6 uova che cova la femmina. Il suo habitat è boschi fluviali, zone aperte con alta vegetazione annuale, zone forestali, cespugli, siepi ed a volte parchi.

 

 

 

Come normalmente succede, il piumaggio del maschio è più vario e vistoso di quello della femmina. Il maschio ha la testa verde ed il petto ed i fianchi castani, la femmina è di colore bruno, tanto solo il lucernario è verde in entrambi ed il bordo anteriore delle ali di colore azzurro. Il più identificativo di questa anátida e di dove riceve il suo nome, è il suo becco. È alla fine un becco grande e largo, è dotato di alcune fibrillas nel che agiscono come filtro, dove rimane mantenuto lo zoo e fitoplancton che c'è in sospensione. Non disprezza tuttavia le piante del fondo, le quali ottiene immergendo.

 

Oropendola Paloma bravia Papamoscas cerrojillo

Alectoris barbara

Erithacus rubecula

Calonectris diomedea

 

Uccello di circa 33 cm. A distanza è facile confonderla con la pernice comune, benché di colore più pallido. Se la distingue già da vicino per la collana castana che presenta e la sua salopette grigia azzurrata. Vive in pendii coperti di monte sotto e zone con poca vegetazione ma con acqua e posti di cappotto.


 

Nidifica fondamentalmente in boschi delle zone umide del nord e nelle valli ombrose dei massicci di montagna. Possiamo vederlo anche in terreni seminativi, giardini e bordi di fiume con cespuglio impenetrabile. Misura 14 centimetri ed arriva a fidarsi dell'uomo più che altri uccelli. Sta sottolineare la territorialità degli invernantes, di tale forma, che non tollerano la presenza di un altro individuo della sua specie nell'appezzamento eletto. Mangia sempre nei suolo insetti, lombrichi e molluschi ma completa la sua dieta con frutti come la barbatella, more, etc. Annida in buchi o crepe di muri o rocce, alberi, etc.

 

Uccello di abitudini marine a volte prossima alla costa. Bimba in zone rocciose delle isole, dove le vacuità gli proporzionano un buon posto per ubicare i suoi nidi.


PREVIOUS - 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-16- NEXT